,

Nerd per Caso

Ciao a tutti Nerdini e Nerdine!

Oggi vi racconto un po’ la mia esperienza a Lucca Comics and Games 2017! Non farò una recensione della fiera, semplicemente vi racconterò una giornata tipo, come se fosse un mio piccolo diario di Viaggio in modo da condividere questa esperienza anche con chi non è potuto andare a Lucca quest’anno.

Sono onesto, non pensavo che ci sarei andato ai Comics, per questo il titolo “Nerd per Caso”. Anzi i miei progetti erano quelli di ritirarmi cinque giorni in montagna a fare l’orso, e scorpacciate di fumetti e serie tv, ma il caso ha voluto che il mio compagno sia stato assunto a un banco dentro ai Comics…

Eccolo qua Luca! Bè alla fine è colpa sua se ho deciso di andarlo a trovare in fiera e se ora vi rompo le scatole con questo articolo XD

Spero siate pronti a partire con me per questa piccola avventura tra le mura di Lucca!

Decido di andare Venerdì 3 novembre e parto molto presto con il treno delle 07:10 da Viareggio. La sveglia delle 6 mi ha lasciato un sonno addosso assurdo, ma almeno per ora non sono solo, Luca è con me. Ci separeremo una volta arrivati a destinazione.

Alle 07:30 siamo già arrivati, scendo dal treno, il tempo di un caffè nel baretto davanti alla stazione e saluto Luca. Lui deve già entrare in uno dei padiglioni, mentre io dovrò aspettare le nove, l’orario di apertura al pubblico. M’ incammino verso la biglietteria più vicina, dove vedo già una quarantina di persone pazientemente in coda. Ovviamente la biglietteria è ancora chiusa. Qui arriva il primo colpo di fortuna della giornata! Un, sms di un mio amico, che mi dice che  ha un Pass in più e me lo può prestare per la giornata. Ci diamo appuntamento vicino al Padiglione Carducci (Area Games), che si trova poco fuori le Mura. E qui inizia l’attesa… e nel frattempo inizia a piovere e ovviamente mi sono accorto solo in quel momento che avevo preso l’ombrello rotto e bucato. La fortuna era già finita. Se vi chiedete perché ho ancora quell’ombrello rotto e bucato, vi dico subito che non so rispondervi. ero convinto di averlo buttato molto tempo fa, ma ad ogni temporale torna sempre a mietere vittime. Comunque finalmente dopo un paio di ore sotto l’acqua ottengo il pass in prestito e posso entrare nel primo padiglione, l’area Games. Sarà per il temporale, ma si riempie subito di gente, e comincio a sentirmi un po’ meno solo nella bolgia.

Ragazzi se non ci siete mai stati, non avete idea della confusione che può esserci dentro! Cercherò di descriverla: Immaginate un posto enorme dove si svolgono contemporaneamente Ruolimpiadi, tornei di Carte collezionabili e dimostrazioni di ogni tipo di gioco da tavolo possibile! E’ impressionante! Decido di andare a trovare un po’ di persone che conosco tra i vari stand, e il primo che vedo è quello Serpentarium! Se conoscete Sine Requie o Alba di Cthulhu, sicuramente saprete di chi sto per parlare!

Incontro Matteo “Curte” Cortini, autore insieme a Leonardo “Moro” Moretti, dei più grandi GDR made Italy! Sine Requie, L’Ultima Torcia, Anime e Sangue e Alba di Cthulhu sono stati partoriti dalle loro menti (malate?) e non possiamo che essere loro riconoscenti!

Eccoci io e il “Curte”! Mi spiace per la foto venuta non benissimo, ma non sono bravo con i selfie! Poi eravamo pure controluce XD

Le novità portate in fiera da Serpentarium sono molte, ma quella che mi ha colpito di più è stato il manuale di “Sine Requie anno 0”. Sine Requie si svolge in un mondo dove, durante la Seconda Guerra Mondiale, è avvenuta un’Apocalisse Zombie; questo nuovo manuale narra i fatti antecedenti a questa invasione di non morti, con nuove regole, nuove classi e una piccola avventura che pian piano vi farà scivolare nel mondo tetro di Sine Requie.

Mentre saluto scorgo anche qualche altro manuale: una nuova ambientazione per “Alba di Cthulhu”: “Le terre del Sogno”, “Cuoricinilandia” per “Anime e Sangue” e infine il manuale delle “Terre Ignote” per “l’Ultima Torcia”. Non mi sono soffermato molto su loro, ci sono troppe cose da fare e da vedere, ma vi prometto che le approfondirò meglio più avanti.

Lasciando lo Stand Serpentarium passo attraverso a quello enorme di Asmodee!  Vedo tantissime persone impegnate a giocare ai nuovi titoli, uno su tutti il nuovissimo “When I Dream” che stava andando letteralmente a ruba! Anche “Dungeons and Dragons Next” non se la cavava male, vedevo i tavoli delle demo sempre pieni, mentre ho scoperto che il manuale era andato esaurito il giorno prima.

“When i Dream” è un gioco che mi ispira tantissimo, ma che non sono riuscito a provare in fiera! Sicuramente mi prenderò una copia del gioco più avanti!

C’è talmente tanto da vedere che non so più dove andare e mi lascio guidare dallo stemma rosso e nero di Red Glove fino ad arrivare al loro Stand! La prima cosa che vedo sono i tavoli da gioco e “Warstones” apparecchiato su uno di questi! “Warstones” è solo una delle tante novità di quest’anno! Se vi piacciono i giochi di abilità a di strategia questo è un titolo da non farsi scappare assolutamente!

“Warstones” è un flickering game che si divide in due momenti ben distinti: La preparazione dell’esercito, dove dovrete scegliere quale unità schierare (Ogni unità costa dei punti e ha un suo potere) e poi la battaglia vera e propria sul tabellone.

Avvicinandomi al banco, mi salta all’occhio la “Bad Box di Vudù” contenente la base e tutte le sue espansioni! Se non fossi un patito di quel Party Game e non avessi già preso tutto quello che è uscito nel tempo, ammetto che l’avrei presa al volo! Ma non importa, tanto Red Glove avrà comunque i miei soldi… Quei geniacci mi hanno mescolato Vudù con Cthulhu e hanno dato vita a “Vudulhu”! Non me lo sono fatto scappare!

La “Bad Box di Vudù”! se non possedete ancora questo party game, acquistatela subito!

 

Tutta la pazzia di Vudù + la Follia di Cthulhu! Serve dire altro per convincerci che è un gran Party Game?

Proseguendo dritto passo una miriade di banchi, chi presenta nuovi giochi autoprodotti, chi fa dimostrativi vari, ma non avendo tempo, chiudo gli occhi e vado avanti, passo i plastici per warhammer e finalmente arrivo allo Stand Raven.

Il tempo di salutare Luca al banco e noto subito che quest’anno Raven ha organizzato un Outlet con tantissimi titoli in forte sconto, che lasciarseli scappare è un crimine! “Winter Tales”, “La Battaglia dei cinque eserciti”, “Panico da pecora”,”Creature e Cultisti”, etc… tutti giochi da portarsi a casa!  Ma non solo!!! Raven ha anche delle novità niente male, prima fra tutte “Apokalypsis” in cui diventiamo Angeli caduti alla ricerca di anime perdute da corrompere nel giorno del Giudizio universale. La grafica del gioco non è niente male, e se ho ben capito la meccanica, si tratta di un buon strategico dove è possibile creare concatenazioni di eventi giocando le carte giuste; altre novità sono “Kung Fu Party” e “Clank!” rispettivamente un party game per tutta la famiglia, il primo, e uno strategico Deck Building ambientato in un mondo fantasy il secondo.

“Apokalypsis” e “Kung fu party”… due titoli indubbiamente da giocare, soprattutto Apokalypsis che pare essere un titolo davvero interessante con una bella grafica che attira subito l’attenzione.

“Clank!” Riuscirete ad arraffare tutto il tesoro prima che il drago si svegli? Cercate di espandere il vostro mazzo di carte per guadagnare nuove abilità in questo nuovo gioco targato Raven!

Dopo essermi goduto le novità decido che non posso continuare a stazionare a lungo nell’area games, c’è tanto da vedere in altri padiglioni e poco tempo per tutto! Bisogna

correre. Mi dirigo verso l’uscita dal padiglione quando mi imbatto nello stand di Squillo e Wicht & Bitch… dove incontro Immanuel Casto e Marco Albiero intenti a firmare autografi. Il tempo di un saluto e una foto con loro e poi via verso nuove avventure in quel di Lucca.

Immanuel Casto e Marco Albiero salutano tutti i lettori di Gay Nerd!

Uscito dal Padiglione Carducci, vengo dirottato dentro le mura della Città. Decido di seguire la folla che mi trascina verso Piazza Napoleone dove vi sono svariati stand di Comics. Non essendo un grande lettore di fumetti, devo dire la verità, non mi sono soffermato molto in questi padiglioni. Giusto il tempo di acquistare due copie di “Lui e L’Orso” allo stand Renbooks per Luca e di fare un saluto a una mia carissima amica allo stand di Kasaobake, dove acquisto una copia di “Il Sasso coi Capelli 3” e una copia di “Banana? Banana!” il loro primo Boy’s Love se ho ben capito. Lo leggerò presto!

Chiara de Plano, autrice di “Sasso coi Capelli” saluta i lettori di Gay Nerd! Se non conoscete questo fumetto correte in fumetteria ad acquistarlo e rimediate a questo grave errore 😉

Uscito dai padiglioni noto con piacere che ha smesso di piovere e proseguo il mio giro in direzione piazza San Michele dove ho la fortuna di incontrare due carissimi amici Leonardo e Carolina!. Mi unisco a loro, Facciamo un giro dentro la Self Area che ospita tutti i fumetti autoprodotti  e ci dirigiamo, in seguito, verso una nuova attrazione che però non siamo riusciti a vedere purtroppo.

Questa foto l’ho scattata perché sono rimasto colpito dalla bellezza della situazione dove sacro e profano si mescolano tra loro. Buona parte delle mostre e dei padiglioni della fiera sono ospitati in edifici storici o chiese sconsacrate!

Arrivati in Piazza del Collegio saremmo voluti entrare dentro “Hogwarts”, ma la fila era davvero troppo lunga e aveva ricominciato a piovere. Avete letto bene, “Hogwarts”! in quella piccola piazza era stata ricostruita la famosa scuola di magia e al suo interno vi erano cosplayer e oggettistica a tema. Dicono fosse molto bella come attrazione, peccato non averla vista, ma bisogna pur sempre fare delle scelte.

Non ci resta che salire sulle Mura a cercare riparo dalla pioggia e soprattutto del cibo! Era ormai ora di pranzo, e la fame si stava facendo sentire XD

Dopo esserci rifocillati purtroppo la pioggia non accenna a diminuire, quindi decidiamo di fare un ultimo giro verso il Japan Town, dove abbiamo ammirato dei bellissimi kimono giapponesi e il padiglione di Bandai con tutto il merchandising di “Sailor Moon” e “Dragon Ball”

Arrivati al Japan Town la pioggia ci ha concesso una piccola tregua e ci siamo goduti la visione di questo splendido Kimono. Poco dopo però ha ripreso a piovere e i vestiti sono stati rimossi per evitare che si rovinassero

Dopo aver visitato il Japan Town e aver gustato anche degli ottimi Onigiri, è giunto il tempo di tornare verso casa. Saliamo sulle mura per muoverci velocemente e tornare verso la stazione che si trova esattamente dalla parte opposta della città. Passiamo davanti alla Piramide di Vetro allestita per festeggiare l’uscita del nuovo “Assassin’s Creed: Origins” e passiamo anche vicino al padiglione di “Netflix”

La Piramide di vetro per “Assassin’s Creed: Origins”. Davvero bella!

Qui ci separiamo, io non riesco a resistere e da grande fan della serie “Stranger Things” decido di mettermi in fila per godermi l’attrazione e lei dedicata. Saluto quindi Carolina e Leonardo, loro proseguiranno verso casa, mentre io mi metto buono in fila, temo che ne avrò per un oretta e così è stato. Ma ne è valsa la pena! Entrando nell’attrazione vieni subito catapultato a “Hawkins”, per ritrovarti in una tipica sala giochi anni 80 piena di cabinati! E’ stato bello farsi qualche partita! Inoltre vi erano in esposizione gli oggetti di scena, per non parlare delle biciclette originali su cui era possibile fare foto e la riproduzione del salotto con tanto di lucine di natale! Forse la migliore attrazione della fiera almeno per me!

Entrando vengo accolto dall’aria tetra e oscura dei boschi intorno a Hawkins, e un cartello ci avvisa della scomparsa di un ragazzino…

Wow che figata le biciclette originali del telefilm!

Attenzione al Demogorgone! Potrebbe attaccare in qualsiasi momento!

Uscito dal mondo di “Stranger Things” mi rendo conto che è ormai tardi e la fiera è prossima a chiudere. Mi dirigo stanco, ma contento verso la stazione, purtroppo non sono riuscito a vedere molte cose, tutti gli stand nell’area games, le varie mostre, ma Lucca Comics and Games è così vasta che un giorno solo in realtà non basta per vederla tutta! E comunque nonostante la pioggia non sono mancati i Cosplayer, altra grande anima di questa meravigliosa fiera! Vi saluto con qualche loro foto!

A presto!

Alex

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *