,

Atypical

Se per caso non siete immersi in una serie TV il che è “IL MALE”,  Netflix viene in vostro soccorso perchè ne ha sfornata un’ennesima che sembra molto promettente si chiama Atypical ed è smart, riflessiva e a tratti fuori di testa. Il suo protagonista è Sam, un ragazzo affetto da autismo e la sua famiglia.
In realtà l’autismo di Sam rientra in quella fascia dello spettro autistico che viene definito “ad alto funzionamento”, quindi per molti aspetti non è diverso dagli altri ragazzi.

Ricorda molto più che vagamente Sheldon Cooper di TBBT anche se, a differenza del famosissimo fisico della sitcom, Sam non ha un passione per la fisica bensì per la biologia e l’antartico, qui ci ritroviamo però davanti a quelle scene che io personalmente ADORO dove i filtri sociali del protagonista sono assenti e l’imbarazzo e la confusione diventano i veri soggetti.

Ovviamente l’atipicità di Sam influenza anche la sua famiglia creando delle dinamiche familiari interessanti e ben articolate.
Non ho apprezzato certi stereotipi nella scelta dei personaggi: la madre ansiosa ed apprensiva ma iper organizzata, il padre bonaccione e un po’ fesso, l’amico indiano sfigato e convinto di essere un latin lover (un misto tra Raj e Howard di TBBT).

Nonostante questo però ci sono dei momenti divertenti e forti, emotivamente parlando (che non vi spoilero perché sono un essere di rara bontà 🙂 ) che vi faranno immedesimare ed andare avanti nella visione di questa serie TV, io sono solo all’episodio cinque ed è troppo presto per parlare, ma per adesso devo dire che Atypical si merita un bel 7.

 

Emilio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *